Youth culture – Estate 2016: il ritorno della Groupie

Giovani liceali dalle chiome scapigliate e il trucco esagerato, unite da una grande passione: le rock star. Lingerie e zeppe: torna nella moda spring summer 2016 la groupie degli anni Settanta.

Boots: Redemption


Nell’immaginifico guardaroba della contemporary groupie non mancano scarpe platform e boots trasparenti (Brian Atwood e Redemption), abiti negligé (Giamba), brasserie in seta (Le Petit Trou) e hot pants dorati (Genny).

brian atwood bluebella le petit trou
Baby Doll: Bluebella. Platform sandal: Brian Atwood. Bra and slip: Le Petit Trou.


 

Spazio anche ad abiti dal sapore vintage ma hi-tech nei materiali (citare è corretto; ma moda, non dimentichiamolo, significa novità, questa la proposta di Sveta) e a gioielli dal gusto retrò ( Thot Gioielli) : come se fossero stati pescati dal baule della nonna.

 

alice + olivia giamba Jimmy choo
Coat: Alice+Olivia. Platform sandal: Jimmy Choo. Dress: Giamba.


 

Ciò che caratterizzava queste ragazze spregiudicate e birichine, le quali facevano di tutto per essere notate, era la creatività: spesso realizzavano gli outfit cucendosi loro stesse i vestiti, oppure acquistavano ai mercatini abiti di seconda mano.

 

Stuart Weitzman - Thot Gioielli - Genny - Sable Starr
Platform Shoe: Stuart Weitzman. Bracelet: Thot Gioielli. Outfit: Genny.


 

sveta def
Dress: Sveta.


 

La ventata di libertà che si respirava ai music festival a cavallo tra i lisergici 60’s e i libertini 70’s torna in passerella.

Il risultato è il vestiario di una donna seducente, romantica, colta nelle citazioni di stile e che ama divertirsi.

Rachel Zoe, vita da stylist

Il suo nome è ormai un mito e non c’è appassionato di moda che non la conosca. Rachel Zoe è uno dei personaggi più famosi e più potenti del fashion biz.

Editor, designer di successo e stylist tra le più quotate, il nome di Rachel Zoe è ormai sinonimo di glamour e stile. Residente a Los Angeles, è la stylist più richiesta dalle celebrities di Hollywood. Brillante businesswoman, ha saputo districarsi con grande disinvoltura nella moda, raggiungendo un’enorme notorietà.

Ma dietro alla vita da star si nasconde una lunga gavetta: la sua carriera ebbe inizio negli anni Novanta come fashion assistant nella carta stampata, per uno stipendio di appena diciottomila dollari annui. Con tanti sacrifici la giovane Rachel decise allora di mettersi in proprio, e dal suo monolocale di New York iniziò a proporsi come stylist. In breve fu richiesta da pop star di fama mondiale, come Britney Spears e i Backstreet Boys, i miti delle teenager anni Novanta. Un successo costruito mattone dopo mattone, che la portava a lavorare fino a venti ore al giorno sette giorni su sette, come ha dichiarato recentemente lei stessa in un’intervista.

image

Ma la notorietà non si è fatta attendere e le ha regalato immense soddisfazioni, tanto che oggi Zoe è nota proprio come la stylist delle star: tantissime sono le celebrità che si affidano a lei per comparire in pubblico, da Demi Moore a Miley Cirus.

image

Grande esperta e conoscitrice di moda vintage ed haute couture nonché del design contemporaneo, Rachel Zoe ha lavorato con nomi del calibro di Mario Testino, Peter Lindbergh, Steven Klein e Patrick Demarchelier. I suoi lavori sono stati pubblicati da magazine come W Magazine, i-D e il celebre Harper’s Bazaar.

image

Chief stylist di Shoedazzle.com, Rachel ha curato campagne pubblicitarie di brand del calibro di Jimmy Choo, Lancôme, True Religion, dal 2010 ha lanciato la propria collezione di ready-to-wear, footwear e gioielli, la Rachel Zoe Collection, protagonista ogni anno della fashion week di New York.

image

image

Perfetta incarnazione della tipica donna in carriera americana, Zoe ha gusto da vendere, come confermano le stesse sue apparizioni. Acclamata dai fotografi, il suo streetstyle coniuga pezzi vintage spesso di ispirazione boho chic a capi costosissimi. Uno stile originale e altamente personalizzato, che vede una particolare predilezione per i caftani, meglio se a stampe optical, che riesce a rendere perfetti anche per una serata da red carpet. Sempre perfetta, che sia in abito da sera sparkling o in cuissard e pelliccia, Zoe ha scritto anche dei libri editi dal New York Times e divenuti subito best seller, Style A to Zoe e Living in Style.

image

image

Nel 1996 ha sposato Rodger Berman, da cui ha avuto due figli. Donna estremamente passionale, famose sono le sue sfuriate al coniuge.

image

image

Nell’agosto 2009 ha lanciato ZOE Report, una newsletter online in cui i suoi oltre 11 milioni di fan possono beneficiare dei suoi consigli in fatto di moda, beauty e lifestyle. Inoltre è da pochissimo in onda, sulla rete americana Bravo Reality Television e sulla nostra La5, il reality show che la vede protagonista, il Rachel Zoe Peoject, un docu-reality che segue la sua vita e il suo lavoro di stylist, facendo sognare centinaia di persone.

image

image