Più libri più liberi, la fiera nazionale della piccola e media editoria

Giunta ormai alla sua quattordicesima edizione e promossa dall’AIE – Associazione italiana editori, la Fiera nazionale della piccola e media editoria “Più libri,più liberi” è diventata ormai un appuntamento imperdibile dell’inverno romano per parlare dello stato di salute e delle cifre dell’editoria italiana, delle recenti pubblicazioni, di nuovi progetti editoriali, e di come avvicinare sempre di più i libri alle persone. La fiera, in scena dal 4 all’8 dicembre presso il Palazzo dei Congressi dell’Eur di Roma, sarà ancora una volta un spazio privilegiato, un osservatorio sulla varietà della produzione editoriale italiana. Quest’anno il foltissimo programma della cinque giorni che, avrà più di 300 eventi nelle 8 sale adibite, si snoda ogni giorno su una parola-chiave diversa che trainerà il pubblico e gli addetti ai lavori verso la situazione libraria nostrana.

slideshow-PLPL-01

I temi che fanno da “copertine” alle varie giornate saranno Concentrazioni, Valore, Innovazione, Autore e Collaborazioni, per ricordare che i cambiamenti e le trasformazioni del panorama editoriale italiano non sono eventi singoli e scollegati, ma una serie di trasformazioni concatenate che influenzano tutti gli ambiti della catena editoriale.



I dibattiti saranno di fatto grandi occasioni per discutere sulla ricerca di nuovi autori, anche in contesti internazionali, sulla necessità da parte delle piccole realtà di emergere anche attraverso un uso sapiente dell’innovazione sia per quanto riguarda i processi produttivi che i modelli di business. La fiera inoltre offrirà ai visitatori la possibilità di incontrare gli autori italiani e stranieri più amati dal pubblico, nuove promesse letterari internazionali, intellettuali, saggisti, fumettisti, youtubers, e non solo, tutti presenti per interagire con il pubblico attraverso tavole rotonde, presentazioni editoriali, laboratori per ragazzi, conferenze, reading, e spettacoli.

Una manifestazione basata su un approccio trasversale che riunisce mondi che sembrano lontani ma tutti accomunati da un filo comune: l’amore per i libri. Tra i protagonisti italiani troveremo Erri De Luca, che proporrà un discorso sulla libertà di parola, l’amatissimo autore delle avventure del Commissario Montalbano, Andrea Camilleri, e ancora Niccolò Ammaniti, Dacia Maraini, Marco Balzano (Premio Campiello 2015), Ascanio Celestini, e moltissimi altri. 


L’evento al suo interno tra le numerose iniziative, celebrerà attraverso una serie di omaggi e approfondimenti i quarant’ anni dalla scomparsa di Pierpaolo Pasolini, scrittore e regista visionario ed eclettico, una delle figure più influenti e indimenticabili della scena culturale italiana.Un evento che come ogni anno si offre come ponte e luogo di incontro tra le imprese editoriali e il pubblico, come momento di riflessione per gli studiosi su un medium, il libro, che ogni volta sembra sul punto di svanire a favore di supporti digitali, ma che alla fine continua ad attrarre e a sostenere come un amico fidato le persone nella loro piccola quotidianità.

Oltre i Limiti: La Vita e l'Arte di Juergen Teller in "I Need to Live"